Italia – 150 Anni – Una mano d’opera di amore

March 17, 2011 at 2:02 am Leave a comment

Il testo e fotografie ©Tom Hyland


Oggi, giovedì, marzo 17 marchi l’anniversario 150 dell’unificazione di Italia come un paese. Dare che mi specializzo nei vini italiani nella mia scrittura e nella fotografia, ho voluto tutti ricordare di questo e chiede di loro piacere oggi di vino e cibo italiano, domani, il riposo dell’anno e per finché possibile.

Molte cose hanno cambiato da 1861 a 2011 in Italia. Torino era la città capitale di nuovo poi – oggi, certo, è Roma. La popolazione in 1861 era in Italia 22 milioni; oggi quel numero è cresciuto a 60 milioni. Cento cinquanta anni fa, l’aspettazione della vita per gli uomini era in Italia 42, mentre era 43 per le donne. Oggi, quel numero è 73 per gli uomini e 82 per le donne. *

Ma una cosa che non ha cambiato è il lavoro duro ha messo in dalle persone italiane. Osservo l’Italia largamente attraverso la sua industria di vino, dunque vedo il lavoro intenso nelle vigne, dal potare nell’inverno al raccolto nella caduta. Oggi, ci sono tutti i generi di pubblicazioni intorno al mondo quella prosa di caratteristica della lussuria e la buona vita di piacere i più bei vini. Domando quanti di questi scrittori mai hanno visto un raccolto su un pendio sotto il sole brutale di Italia Meridionale.

Così nella mia propria piccola maniera, amerei celebrare quest’anniversario meraviglioso lodando tutte le persone che fanno il vino italiano possibile, soprattutto gli operai nelle vigne. Ho la lussuria di viaggiare a Italia e bevendo molti grande – come pure umile – i vini (Lei sarebbe sorpreso come spesso piaccio l’ultimo più del precedente); ho spesso l’opportunità per gustare questi vini in alcuni ristoranti celebrati – come pure del trattorie belli e l’osterie che offre la tariffa più semplice (di nuovo, l’ultimo è spesso più piacevole per me di il precedente). Ma se non era per queste anime cordiali che sono in contatto con la loro terra ed innamorato della natura, il mio lavoro non sarebbe possibile. O almeno, dovunque come piacevole.

Così lasciamo tutto l’aumento un bicchiere agli operai di vigna in Italia quel lavoro duro portarci le espressioni più belle del loro territorio. I cambiamenti di popolazione e tecnologia, ma l’amore di agricoltura che la terra non fa mai. È qui al prossimo 150 anni di queste persone belle italiane che danno il mondo le loro mano d’opera di amore!

* La statistica è da un articolo recente in Corriere della Sera, una di Italia massime pubblicazioni.

La traduzione inglese di questo testo può essere trovata al mio altro blog, Reflections on Wine.

About these ads

Entry filed under: Uncategorized. Tags: , , .

Brunello Vintages Etna – Singular Red Wines

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Subscribe to the comments via RSS Feed


tom hyland

Enter your email address to subscribe to this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 590 other followers

Beyond Barolo and Brunello


Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 590 other followers

%d bloggers like this: